Alessandra Francesca Borzacchini

 

 Interior  e art-designer

 

 

 Il mio ambito di lavoro è la decorazione d'interni ad ampio raggio. 

Personalmente, penso che l’ornamento, la decorazione  sia un elemento importante nel panorama domestico.

 La identifico con un accrescimento di calore sensoriale  e, perché no, anche concettuale. La decorazione non è qualcosa di posticcio, che banalmente si aggiunge, si sovrappone ad una struttura, ma  è la parte  qualificante e narrativa di chi vive quello spazio.

Di solito non impongo le mie idee e i miei gusti, ma suggerisco, accompagno il Cliente in un percorso di selezione ed organizzazione. 

 In generale, il mio obiettivo primario nel rispondere alle richieste del Cliente, è quello di creare ambienti unici, sartoriali,

in cui sia "bello" stare: senza dubbio un ambiente accogliente, confortevole e funzionale alle nostre esigenze, ci aiuta a mantenere il benessere psicofisico. Per questo pongo una grande attenzione sulla luce, naturale e artificiale, sui colori e sulle texture dei materiali che possono esaltarne la qualità, nella ricerca continua di equilibrio ed armonia.

 

Bio

  -A Roma studi di Storia dell’Arte, Occidentale e Orientale, laurea in Lingua e Letteratura Giapponese, apprendimento della lingua giapponese – fino al 1987.

  -Esperienze di lavoro nel mondo della moda a Milano, coniugando la passione per la sartoria e i tessuti con la conoscenza della lingua giapponese – dal 1990. 

  -Sembrava una strada ormai decisa e definita, invece la scelta dell’amore e numerosi viaggi proprio in Giappone e verso i paesi del Sud-est asiatico, rimettono tutto in discussione, facendo riemergere la corrente della creatività – dal 1992.

  -Nella nuova vita,  a Ostia, con i ritmi scanditi dalle stagioni turistiche, c’è il tempo per l’ acquisizione di tecniche tradizionali delle arti applicate come la doratura, lo stucco e il trattamento decorativo delle superfici in generale. 

Numerosi interventi decorativi sia su mobili che su pareti e pavimenti in interni privati, ma sempre attentamente coerenti con il contesto in cui sono inseriti :

è Ornaments – dal 2004.

  -Lo sguardo ampio sulla decorazione d’interni richiede l’acquisizione di nuove competenze: corso di interior design a distanza al Rhodec Institute di Londra, e con Madeininterior a Roma - 2012.

  -Comincia la produzione di elementi d’ arredo realizzati seguendo il concetto di funzionalità coniugata all’ estetica dei materiali. Che non sono semplici materiali, ma oggetti di recupero o componenti ready-made riletti con bonaria ironia secondo un pensiero divergente, come portatori di un ulteriore livello di significato. La realizzazione è sempre artigianale, il controllo diretto attraverso l’intero processo realizzativo è necessario e fondamentale per l’ottenimento del risultato voluto, spesso attraverso coraggiose combinazioni di tecniche, citazioni, disegni originali, fuori scala e materiali vecchi e nuovi. Sempre si tratta di pezzi unici o in piccola serie – dal 2007. 

  -Partecipazione alle prime fiere e mostre dedicate al design autoprodotto (150 mani a Vicenza-Torino-Brussels, Operae a Torino, Opendesign Italia a Venezia, YED -Young Ethic Design e Fuorisalmone a Milano, DMY a Berlino) – 2010/2015.

  -Collaborazione con l’architetto Walter Vallini a Torino e Berlino – 2014/2016. 

  -A Bologna è inserita nella mostra Handover durante ArteFiera – 2017.

  -L’incontro con la ceramica è decisivo per evidenziare le qualità artistiche e la collocazione nell’ambito dell’art-design – dal 2015. 

 

 

 

 

 

 

 

 

SHOWS

Roma 2019 - cabine d'artista|abbi cura

Roma 2018 - Tiny Biennale, Temple University

New York 2018 - Canova Prize 

Bologna 2017 - SetUp Art Fair, Handover section for art-design

Milano 2015 - Fuorisalone Ventura-Lambrate - Din Design; Fuorisalmone

Berlino 2014 - Selected to DMY INTERNATIONAL DESIGN FESTIVAL

Milano 2013 - Mostra-evento Y.E.D. Young Ethic Design II ed., Fuorisalone Brera

Venezia 2012 - Open Design Italia

Torino 2010 - Operae Mostra -mercato Design Autoprodotto I edizione

Torino 2011 - Operae II edizione; 150 Mani, mostra collettiva itinerante per i 150 anni dell'Unità d'Italia